La sudorazione serve normalmente a mantenere la temperatura corporea nella norma. Sudare fa raffreddare il nostro corpo, quindi è una cosa buona sudare. Quando la sudorazione eccessiva deve farci preoccupare?

Sudorazione calda: disturbi cardiocircolatori; menopausa; andropausa.
Sudorazione fredda: infarto del miocardio; febbre virale. Naturalmente accompagnata da altri sintomi.

Di sudorazione calda, inoltre, possono soffrire anche persone con tumore alla prostata o ai testicoli sottoposti a terapia ormonale androgeno-soppressiva e le donne nel periodo premestruale, ma può essere tipica anche di forti emozioni o del consumo di alimenti piccanti o speziati. In rari casi, la sudorazione calda è sintomo di un disturbo ipofisario, ipotalamico o tiroideo; infine, segno di ipoglicemia.
Sudorazione fredda, tipica di condizioni critiche, come l’infarto del miocardio e lo shock cardiocircolatorio, ma può associarsi anche a disturbi del tutto innocui come agitazione e indigestione.
Sudorazione con febbre, tipica di febbre dovuta a infezioni batteriche o virali.

La sudorazione può essere anche l’effetto collaterale di alcuni farmaci o dovuta a un eccesso di alcol, ma può anche indicare la presenza di alcune forme tumorali.

Il sudore dopo attività fisica è salutare, si eliminano infatti molte tossine. Importante integrare le perdite pure di acqua e sali minerali; meglio prevenire le perdite, bevendo prima e contemporaneamente alle perdite durante l’attività.

Tagged
Dott. Giuseppe Imbornone
Specialista in Chir. Generale, Senologo, Dottore di Ricerca , Diploma SIUMB in Ecografia Clinica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.