Feste finite!!!?
In realtà se ci soffermiamo a pensare un attimo, le feste non finiscono mai! Arriva Natale, e neanche il tempo …..già c’è chi pensa al “Carnevale”…alle frittelle…le Chiacchere”…poi avremo la Pasqua e pasquetta che quest’anno sarà a Marzo…..poi ad Aprile…la festa della Liberazione…e così via. Allora che dire è sempre festa? Praticamente si …e per fortuna aggiungo, le feste fanno sicuramente piacere. Da quanto detto si deduce che praticamente dovremmo stare sempre a “Dieta”.
Invece non è proprio così, perchè il problema si centra unicamente sulla questione “velocità metabolica”, se riusciamo ad aumentare a poco a poco questa velocità, anche quando ci ritroveremo ad esagerare con la qualità calorica e le quantità, il nostro organismo saprà fare “il suo dovere”. Vi spiego in termini molto semplici come funziona il sistema Introito-> dispendio-> mantenimento ponderale.

Il metabolismo è la velocità con cui il nostro corpo brucia le calorie introdotte attraverso gli alimenti, per soddisfare i propri bisogni vitali quindi energetici
da tale definizione ricaviamo che:
Per accelerare il nostro metabolismo (capacità di utilizzo delle calorie prodotte, senza conservarne mediante accumulo di adipe) dobbiamo semplicemente aumentare i bisogni vitali del nostro organismo, incrementando il dispendio energetico.
Il dispendio energetico quotidiano (quanta energia siamo capaci di produrre o meglio utilizzare, in termini metabolici giornalmente) è influenzato da tre fattori: il metabolismo basale, la termogenesi indotta dalla dieta e l’attività fisica. Proprio su queste tre componenti occorre che voi concentriate gli sforzi mirati all’aumento del metabolismo, ossia all’aumento della vostra velocità con cui le calorie introdotte vengono “bruciate” consentendovi di non dare spazio agli accumuli!
Quindi il segreto non è stare perennemente a pesare gli alimenti, non possiamo diventare schiavi di bilancine e pesapersone, ma dobbiamo….

1) Mangiare tutto in quantità moderata
2) Quantizzare solo i carboidrati complessi
3) Evitare gli zuccheri semplici in concomitanza dei pasti principali (FRUTTA)
4) Includere nella dieta abbondante fibra
5) Non stare a digiuno (ogni 3 ore spezzare la fame)
6) Impegnarsi almeno con una passeggiata di mezz’ora al giorno e per 2/3 volte a settimana
Questi pochi accorgimenti oltre a garantirvi una perdita di peso, vi assicurano un mantenimento ponderale in salute, abituando il vostro organismo a utilizzare le calorie introdotte senza rischiare accumuli energetici (adipe).

Commenta usando Facebook
Tagged
D.ssa Claudia Bottino
Nutrizionista Laurea 1 livello in Dietistica Presso UNIPA Laurea Magistrale Laurea Magistrale in Scienze dell'alimentazione e Nutrizione Umana presso UNIPG (Univ. Perugia) Scienze Biologiche e Abilitazione esercizio professionale UNIPA
http://nutrizionistaclaudiabottino.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.