Antiestetici cuscinetti di grasso? STOP!!

Condividi:

Cari lettori da oggi si dimagrisce!!!
Basta con questi antiestetici cuscinetti di grasso…ma più che per l’estetica facciamolo per la nostra salute! Con i consigli che vi sto per dare potete arrivare a perdere 3/4 kg in un mese mantenendo sempre alto lo stato di salute e senza alcun effetto collaterale. Il risultato è assicurato, piccoli…grandi accorgimenti che vi renderanno sicuro l’obiettivo, ma vediamo perchè è sicuro l’effetto dimagrante!
Fondamentale ed essenziale per perdere adipe è mantenere sempre un buon livello energetico nell’organismo (livelli di glicemia nel sangue) perchè questo vi consente di riattivare la velocità metabolica (MB) e quindi di bruciare al meglio i grassi depositati.
Chiaramente vanno esclusi dalla dieta, prodotti troppo zuccherini (succo di frutta o liquidi troppo zuccherati) perchè questi cibi non vi conducono alla riattivazione del metabolismo, anzi i troppi zuccheri semplici attivano un meccanismo di “accumulo dei grassi”. Invece se garantisco all’organismo un certo livello energetico, egli oltre a velocizzare i tempi di degradazione dei grassi, andrà a bloccare gli effetti dell’insulina sulla Lipolisi importante enzima “brucia grassi”.
In sintesi: Più insulina richiedo con i pasti….meno perdo peso e quando richiediamo troppa insuluna???? Quando dopo un digiuno (scarsa energia in circolo) ci accingiamo (spesso con gli occhi di fuori) a mangiare oppure se introduciamo un pasto eccessivo e ricco di alimenti ad alto IG. Considerate che anche gli altri ormoni sono implicati in queste condizioni. Dunque cosa occorre fare per aiutare naturalmente il nostro metabolismo? Come un bimbo che deve iniziare a camminare, dobbiamo accompagnarlo e alla fine imparerà a correre!

La mattina iniziate con una buona colazione che comprenda una quota di “carboidrato e un liquido” quindi potrete scegliere tra:

Latte di avena + un po di cereali integrali/ 2 biscotti secchi integr.
Latte vaccino parzialmente scremato + 2 fette biscottate o cerealid
Thè con 2 fette biscottate ed un velo di miele/marmellata
A questo punto non dobbiamo condurre l’organismo al digiuno quindi occorre alle 3 ore dalla colazione, rimangiare:

1 frutto (ovviamente tra quelli meno zuccherini che non disturbino troppo l’ insulina) oppure 1 yogurt

Senza arrivare a superare le 3 h dallo spuntino occorre fare il pranzo ….come?

Nel pranzo è opportuno associare 1 carboidrato complesso + tanta fibra. E’ chiaro che il carboidrato va quantizzato a secondo il tipo di attività alla quale siete giornalmente sottoposti (es. un muratore, uno sportivo agonistico…..potrà mangiare anche 100/120 gr di pasta a seconda dei casi……..una casalinga, un impiegato sedentario 60/70 gr sono sufficienti). Considerate che gli spuntini regolari non vi faranno sentire MAI fame per cui raggiungerete un senso di benessere generale. Con i legumi/minestre potete utilizzarne meno di carboidrati, l’importante è non venir meno con la fibra, ossia un contorno di verdure a piacere poco condite, che occorre abbinare sempre al pasto anche se abbiamo il minestrone. Considerate che la fibra, oltre a stabilizzare la glicemia, aumenta la peristalsi intestinale (ricordo che l’intestino è il secondo cervello), diminuisce l’assorbimento dei grassi.

Al pomeriggio Merenda alle 3 ore dal pranzo, anche qui all’inizio specialmente è bene scegliere 1 frutto che come vedete non va associato ai pasti principali…. perchè??? Perchè nella fase digestiva iniziata col pranzo, introdurre zuccheri della frutta, comporterebbe una serie di reazioni di fermentazione gastrica e il rallentamento digestivo.


A cena di buona regola è bene scegliere una proteina (non occorrerà pesarla (si prega in tal caso di usare il buon senso) + un contorno di verdura a piacere anche arrostita o lessata, quindi fibra, + il carboidrato (sarà sufficiente 50 gr pane per i più sedentari e 100 gr per chi magari va in palestra)

Da quanto esposto vi renderete conto seppur sommariamente, come è semplice accompagnare, educare, il metabolismo che già “NATURALMENTE” non ci avrebbe condotto all’obesità, in quanto ogni organismo è naturalmente programmato per contrastare gli accumuli, esso infatti ha dei sistemi di controllo deputati all’omeostasi ponderale. Se nonchè siamo unicamente noi (in questo caso VOI )unici responsabili del vostro sovrappeso/obesità, ma sempre MADRE NATURA vi aiuta a ripristinare il sistema riportandolo all’equilibrio, mangiando tutto, basta un minimo impegno…….provateci, in bocca al lupo e…..amatevi di più.

 

Commenta usando Facebook
D.ssa Claudia Bottino

Nutrizionista
Laurea 1 livello in Dietistica
Presso UNIPA Laurea Magistrale
Laurea Magistrale in Scienze dell’alimentazione e Nutrizione Umana presso UNIPG (Univ. Perugia)
Scienze Biologiche e Abilitazione esercizio professionale UNIPA

Condividi:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner_rosanna_nuovo

Rimaniamo in contatto

Iscriviti alla mia newsletter, ti invierò una comunicazione solo quando ci saranno articoli nuovi.